Il Percorso di Accesso

Sentiero nel boscoDi notevole bellezza per gli scorci paesaggistici e naturalistici molto vari che offre di continuo, inizia presso l'abitato di Landris con un tratto di strada asfaltata che, dipartendosi dalla statale n 203 agordina, in una decina di minuti conduce nei pressi della località denominata "Castelaz", da cui si può godere la vista di alcune ville venete. Qui, abbandonata la strada, attraverso un antico suggestivo sentiero ci si inoltra in un fitto bosco ricco di piante di alto fusto, per arrivare sul "Zeon" dove sorge il centro "Sci d'erba Noal", nei pressi del quale, nella località denominata "Col de Varda", si presume esistesse una torre di guardia longobarda. Dalla balconata naturale l'occhio può spaziare nella sottostante villa Crotta e, più in là, verso la valle del Mis e il Canale di Agordo, probabili vie del metallo già in età preistorica e protostorica. A questo punto il percorso, in leggera salita, nuovamente su buona strada asfaltata, gira nettamente a destra puntando verso sud in direzione del Castelliere, fino a raggiungere la sommità del colle di cui attraversa tutta la dorsale, e passa poi accanto all'abitato di Noal. Qui sempre in mezzo al verde di una vegetazione rigogliosa, da uno stupendo posto panoramico si gode la vista della Val Belluna e, in particolare, dei luoghi dove sorgevano altri Castellieri dislocati lungo la pedemontana al di la del torrente Cordevole. Di seguito, in breve tempo, continuando lungo la strada asfaltata, dapprima in discesa e, successivamente, in salita, il percorso attraversa tutto il cortile di un antico nucleo abitato e raggiunge il Castelliere per una strada interpoderale pianeggiante e dal fondo erboso in uno scenario naturale straordinario. II percorso, che prosegue all'interno del Castelliere stesso, è lungo circa 1 km, non presenta alcuna difficoltà, è ben segnalato e dotato di numerose tabelle che danno al visitatore, nei punti più interessanti, notizie storiche e paesaggistiche. Per i disabili esiste un percorso alternativo che consente di raggiungere Noal in auto.

Gianni De Vecchi e Carlo Mondini
Gruppo di Lavoro per il Castelliere di Noal

Cartina

Noal di Sedico: il castelliere
Presentazione | Il percorso di accesso | Storia e leggenda | Il castelliere di Noal di Sedico
La sequenza stratigrafica | La datazione radiometrica | Il Villaggio dell'età del bronzo
Il castello di Mirabello nell'Alto Medioevo | La torre medievale | Home